lunedì 2 novembre 2009

10

pizza cotta nel forno a legna


per documentare fotograficamente questo post ho mangiato la mia pizza tiepida... ma ero talmente orgogliosa del risultato che, insomma, per una volta se po' fa!

ingredienti per 6 pizzegr.1000 farina 0 (io qui ho usato quella dell'eurospin) 600 gr di acqua del rubinetto (se usate la farina caputo rossa aumentate l'acqua a 640 gr per kg di farina)
10 gr
di lievito di birra fresco 30/32 gr di sale iodato

condimento a piacere (per la mia mozzarella e brie)

per cuocere le pizze alle 19,30 ( avevamo 20° di temperatura in casa) ho iniziato la preparazione alle 15,30.
nella planetaria col gancio a uncino ho impastato a velocità minima il lievito sciolto nell'acqua con metà della farina, lavorato per 5 minuti, aggiunto il sale e poi lentamente il resto della farina seguitando ad impastare.
impastato sempre lentamente per altri 5 minuti.
messo in una ciotola con coperchio a lievitare fino al raddoppio e più.
alle 18 la lievitazione era perfetta; ho diviso la massa in 6 panetti, ho dato loro una forma rotonda, sigillandoli bene sul fondo.
li ho infarinati molto bene e messi a lievitare su un vassoio molto largo, coperti da una pellicola per alimenti.
li ho quindi lasciati a temperatura ambiente per un'ora a completare la lievitazione, mentre accendevo in forno un bel fuoco allegro, fino a che i refrattari frontali sotto lo sportello del pizza party risultavano caldi al tocco e il termostato segnava 400°.
ho spostato il fuoco di lato e posizionato lo spartifiamma, dopo avere spazzato accuratamente il fondo del forno e ravvivato la fiamma con qualche legnetto ancora.
ho preparato quindi il condimento per la pizza.
a questo punto ho steso, rigorosamente a mano, i panelli sul piano infarinato, attenta a non schiacciare il "cornicione", condito, messo sulla pala e infornato la pizza per un minuto, ma anche meno, a sportello chiuso col tiraggio chiuso a metà e il cielo del forno con le fiamme belle alte.
trascorso il minuto di cottura ho aperto lo sportello e ruotato la pizza di 160° per uniformare la cottura. ancora un minuto scarso di cottura a sportello chiuso.

et... voilà la pizza volava sul piatto, e in tavola e... MANGIATA (dopo le foto...)



10 commenti:

  1. è favolosa... davvero sembra quella della migliore pizzeria napoletana che c'è a Torino...complimenti (sono invidiosa!)

    RispondiElimina
  2. noooo è meravigliosa!!!! bravissima!!

    RispondiElimina
  3. @ alessandra,
    io sono stata spesso a napoli, e ho mangiato la pizza verace.
    comunque la mia, oltre ad essere bella (modestamente ;) ) era pure era buonissima!
    :D

    @federica,
    grazie, questo fornetto a legna mi sta regalando tante soddisfazioni :)

    RispondiElimina
  4. Luxus, che bonta'!! Yummi Yummi!!

    Ma come mai hai usato il lievito di birra? Si puo' usare la pasta madre per la pizza? Io finora l'ho usata solo per il pane e adesso, leggendo questa ricetta, mi viene il dubbio.

    Sembra tempo di pizza sul web!

    Wella :X

    RispondiElimina
  5. @ wella,
    l'impasto della pizza l'ho da tempo collaudato prima col pizza express ferrari, gran bel surrogato del forno a legna, poi finalmente col forno a legna vero e proprio.
    sinceramente, il risultato mi piace talmente tanto che non ho ancora avuto voglia di cimentarmi anche coi lieviti naturali, coi quali invece preparo le focacce e il pane ( e leggo sui forum di pizza.it che la stragrande maggioranza dei pizzaioli utilizza il lievito di birra, magari con lunghe puntate).

    tempo di pizza perchè accendere i forni non fa più paura ;)

    RispondiElimina
  6. Che spettacolo Lux!

    Porca miseria, quanto mi dispiace in questo momento non abitare in Sardegna!!

    ;-)

    RispondiElimina
  7. Ma è stupenda!!! Ma hai il forno a legna? Bellooooo!!! Senti, io porto il pan'e sapa, tu intanto prepara la pizza :-)

    RispondiElimina
  8. @ tlaz,
    per un gourmet giramondo come te che sarà mai una pizza...
    questa però era uno spettacolo!
    :D


    @ iana,
    grazie ;)


    @ aiuolik,
    il mio forno a legna è lillipuziano, il pizza party che puoi vedere nei primi post del blog.
    piccolo si, ma fa il suo lavoro egregiamente, come dimostrano la mia pizza e i miei pani.

    p.s.se porti il pan'e saba dimmi solo quando, che impasto e scaldo il forno!
    ;)
    ciao!

    RispondiElimina
  9. ciao luxus,
    grazie ai tuoi consigli e alla grandissima disponibilità tua, e di tuo marito...siamo finalmente riuscite a convincere mio padre!
    Abbiamo finalmente ordinato il mitico pizza Party..non vedo l'ora che arrivi a casa per cimentarmi nelle sperimentazioni! Ancora grazie di tutto, e complimenti per il blog! Un bacione Denise

    RispondiElimina

lascia la tua perla di saggezza: aggiungi un minicroissant.

Blog Widget by LinkWithin