mercoledì 4 novembre 2009

11

sfilatini di pane croccante



questa volta forno a gas e lievito di birra hanno prodotto un pane croccantino e profumato, con una bella alveolatura della mollica.


ingredienti per 4 sfilatini da 350 gr circa l'uno

1000 gr di farina 0
gr 575 acqua
gr 25 sale
gr 10 lievito di birra fresco
1 cucchiaino miele
1 cucchiaio olio extravergine d'oliva.


nella planetaria sciogliere nell'acqua intiepidita il lievito e il miele, aggiungere l'olio e la farina e impastare tutto per dieci minuti.
porre a lievitare in una ciotola coperta fino al raddoppio, quindi dividere la massa in quattro parti.
ogni parte va spianata leggermente col mattarello, poi arrotolata, allungata leggermente a formare uno sfilatino.
porla su una teglia coperta da carta forno e, praticati con le forbici dei tagli sulla superficie, far lievitare ancora fino al raddoppio, coperta da pellicola.
nebulizzare con l'acqua la superficie del pane con uno spruzzino prima di infornare a forno caldo (230°) per 40 minuti.
far raffreddare il pane su una gratella prima di tagliarlo.

croccante e saporito, questo pane è perfetto per preparare crostini e bruschette.

11 commenti:

  1. wow complimenti!! chissà che buono!

    RispondiElimina
  2. @ iana e federica,
    a costo di sentirmi un po' "fognetta", stamattina me ne sono sbafata due belle fette, abbrustolite e spalmate di nutella: mmmmh, che bontà!

    RispondiElimina
  3. Ma luxus, come mai sei tornata al forno a gas e al lievito di birra? Nostalgia dei vecchi tempi?

    I tuoi sfilatini sono molto belli. Erano anche buoni come il pane che fai con la pasta madre e il forno a legna?

    Sembrano usciti da un libro delle favole. Wella

    RispondiElimina
  4. @ wella,
    mi occorreva un pane da realizzare velocemente, tipo baguette, con cui poter preparare i crostini per la soup d'oignon.
    la pasta madre la preferisco in assoluto per la preparazione del pane senza impasto nel forno a legna, per il risultato così simile al civraxiu.
    come vedi nessuna nostalgia, solo praticità.
    in ogni caso gli sfilatini erano davvero buoni, scrocchiosi e saporiti.
    ciao wellyna
    ;-*

    RispondiElimina
  5. Ieri la mia pasta madre emanava un odore acido come l'aceto. L'ho rinfrescata, e oggi sa ancora di acido. Ho saltato una settimana, nel senso che la settimana scorsa ho fatto il pane con il lievito di birra e la pasta madre si e' riposata. Si sara' rovinata? Hilfe, Lucy. Di aspetto e' bella.
    :-o Wella

    RispondiElimina
  6. @ wella,
    io continuerei a rinfrescarla, vedrai che si ripiglia.
    ma... la tieni in frigo o fuori?
    io assolutamente in frigo ed è sempre vispa e arzilla :D

    RispondiElimina
  7. In genere si, ma gli ultimi giorni li ha passati fuori dal frigo per mancanza di spazio, ora e' di nuovo in frigo. Sembra che si stia riprendendo. Grazie

    Wella

    RispondiElimina
  8. ecco dunque svelato l'arcano... meno male che s'è ripresa, no?
    :-*

    RispondiElimina
  9. Ma allora? Devo tenerla sempre in frigo? Wella

    RispondiElimina
  10. @ wella,
    la mia sta sempre in frigo, quanbdo mi serve la rinfresco almeno 12 ore prima di impastare il pane, ed è sempre perfetta.

    RispondiElimina

lascia la tua perla di saggezza: aggiungi un minicroissant.

Blog Widget by LinkWithin